Medicina tradizionale cinese

Medicina Tradizionale Cinese

La medicina tradizionale cinese (MTC) è una pratica filosofica orientale volta al benessere globale della persona. La sua nascita e sviluppo si collocano nella Cina di più di 2500 anni fà.

Esportata solo più attualmente in Europa, è diventata uno dei metodi a cui si affidano anche molti occidentali per la cura di svariati malesseri.

Ciò che caratterizza la medicina tradizionale cinese è il suo approccio. Si tratta infatti di un tipo di medicina olistica e funzionale, ben lontano dalla semplice cura allopatica dei soli sintomi apparenti.

Secondo il pensiero cinese la vita deve tendere a conformarsi alle leggi naturali, affinché scaturisca quell’equilibrio che è in grado di garantire lo stato di salute. Nel momento in cui viene a mancare l’armonia all’interno dell’organismo o tra l’uomo e l’ambiente esterno, subentra la malattia. È a questa visione unitaria dell’uomo che la medicina cinese si è ispirata fin dalle sue remote origini per «curare il malato e non la malattia», attraverso la prevenzione e attivando i suoi sistemi innati di auto-guarigione. Risulata quindi ovvio considerare che l’uomo sia il responsabile della sua salute ed artefice della sua guarigione.

I fondamenti della Medicina Tradizionale Cinese

I tre concetti chiave della medicina tradizionale cinese sono: il Tao, Yin e Yang, la teoria degli 5 elementi e il Qi.

Il Tao (taijitu) è la via, il metodo con cui mantenere l’armonia tra gli opposti. Osservando l’intero universo, che segue un corso immutabile che si manifesta con il cambiamento della notte in giorno, il susseguirsi delle stagioni, la crescita e l’invecchiamento, si dedusse che l’uomo, ne fosse completamente dipendente e che dovesse seguire la Via in accordo con la Natura, il sentiero secondo Natura.

Lo Yin e lo Yang sono le due polarità complementari di ogni singola cosa e fenomeno. Quindi tutto ciò che avviene in natura può essere descritto attraverso queste due qualità: Yin, che indica l’acqua, il freddo, l’umidità, il buio; Yang, che indica il fuoco, il caldo, la siccità, la luce.

La teoria dei 5 elementi (legno, fuoco, terra, metallo, acqua), che grazie al loro movimento armonico scandisce i ritmi della natura.

Il Qi (da leggersi “ci”) è l’energia vitale dell’individuo, circola nel corpo lungo vie chiamate meridiani. In questo modo mette in collegamento le diverse parti del corpo.

La malattia nasce nel momento in cui l’equilibrio viene meno, quando una di queste forze prevale sull’altra, portando disarmonia. Anche il Qi dovrà scorrere senza ostacoli, altrimenti diventerà anch’esso causa di malattie sia fisiche che psichiche.

Obiettivi e tecniche principali

Obiettivo principale della medicina tradizionale cinese è quello di garantire l’equilibrio tra Yin e Yang, tra i 5 elementi e la libera circolazione del Qi in tutte le aree del corpo. Ciò avviene attraverso tecniche terapeutiche specifiche, che hanno radici nella tradizione cinese. Troviamo, ad esempio, la dietistica e la farmacologia cinese, lo shiatsu, l’agopuntura, la riflessologia plantare, il thai chi, moxa, tuina, qi cong…

Obiettivi e tecniche principali

Obiettivo principale della medicina tradizionale cinese è quello di garantire l’equilibrio tra Yin e Yang, tra i 5 elementi e la libera circolazione del Qi in tutte le aree del corpo. Ciò avviene attraverso tecniche terapeutiche specifiche, che hanno radici nella tradizione cinese. Troviamo, ad esempio, la dietistica e la farmacologia cinese, lo shiatsu, l’agopuntura, la riflessologia plantare, il thai chi, moxa, tuina, qi cong…

Copyright © 2018 tatianapopa.it. All rights reserved.
Top