Disintossicazione metalli pesanti

Disintossicazione Metalli Pesanti

L’OMS ha riconosciuto che nelle così dette società avanzate il 60-70 % delle malattie croniche è dovuto all’intossicazione da metalli pesanti. 

Generalmente sono considerati metalli pesanti l’alluminio, l’argento, il bario, il cadmio, il cobalto, il cromo, l’arsenico, il mercurio, il molibdeno, il nichel, il piombo, il rame, lo stagno, il tallio, il titanio, il vanadio e lo zinco.

I metalli pesanti penetrano nel nostro organismo attraverso cibi, bevande, aria, acqua,  utensili e contenitori da cucina, cosmetici, farmaci, vestiti, vernici. L’inquinamento ambientale è una concausa importante per l’intossicazione del corpo. 

I metalli tossici si accumulano nelle ossa, nel fegato, nel cervello, nei tessuti connettivi e nei reni, e molto spesso rappresentano un fattore aggravante delle malattie croniche e degenerative. 

Cosa fare?

Per eseguire una buona disintossicazione sarà utile consultare un professionista per valutare lo stato di intossicazione ed identificare il percorso più idoneo.

Ogni intervento sarà mirato all’eliminazione dal corpo dei metalli, attraverso l’utilizzo di chelanti naturali, come possono essere le alghe, l’aglio, gli oli essenziali che ci permettono una detossificazione profonda e secondo natura.

Copyright © 2018 tatianapopa.it. All rights reserved.
Top